Svetlana Alexievich. E il giornalismo diventa arte

Svetlana Alexievich. E il giornalismo diventa arte

Il reportage, la cronaca, l’inchiesta, il racconto dei fatti, lo scavare dietro le apparenze, il restituire le notizie ai legittimi proprietari, cioè i lettori, in una parola, il giornalismo, da ieri, è entrato nell’empireo.

Da ieri il giornalismo è una forma d’arte.

Da ieri, il giornalismo, s’è meritato il Nobel per la Letteratura.

Sono fiera che sia andato ad una donna, ma la notizia non è questa.

La notizia è che è andato ad una giornalista d’inchiesta per i suoi reportage.

Svetlana Alexievich, 67 anni, ha definitivamente rotto il muro tra giornalismo, cioè racconto dei fatti, e letteratura, cioè la loro rappresentazione.

Un triplo salto mortale, che rompe ogni schema: il giornalismo non è più arte minore, è Arte.

E’ la realtà che supera la fantasia, è la realtà che supera talmente tanto la fantasia da diventare fantastica, è il racconto che si eleva a rappresentazione, è il narrato che diventa narrazione.

Grazie Svetlana.

Non vedo l’ora di leggerti.

Adesso con te, ci sentiamo un po’ artisti anche noi.

 

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
Facebook6k
Twitter3k
YouTube273