Bye bye Italia

Bye bye Italia

E anche oggi abbiamo ricevuto la presa in giro quotidiana.

Radiologa, 32 anni, cilena, al Duke University Medical Center come visiting scholar. Prendiamo un caffè e parliamo del più e del meno quando ad un certo punto le chiedo: “Quindi, se al termine del tuo progetto ti offriranno di rimanere qui, ovviamente accetterai?!”. La mia domanda era volutamente maliziosa. In uno dei più importanti ospedali universitari del mondo, le apparecchiature, soprattutto in un campo ad alta tecnologia come quello radiologico, sono all’avanguardia, così come le metodiche e le procedure. Difficile trovare di meglio visto che tutto il resto del pianeta si adegua a quanto pubblicano centri come questo. Soprattutto in un paese in via di sviluppo come può essere il Cile, ho pensato. La risposta della mia nuova amica è stata un pugno nello stomaco della nostra presunta superiorità: “No, io voglio rientrare a casa. Le apparecchiature che uso lì sono le stesse, le metodiche anche. Ho un ottimo stipendio e la vita nel mio paese mi piace”. Bye bye Italia.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
Facebook6k
Twitter3k
YouTube273