Ultime dal Blog

Front Page

Memoria è impegno

Oggi #21marzo Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie voglio ricordare #PeppinoBasile vittima innocente di mafia, consigliere comunale di Ugento (Lecce). Sconosciuti i mandanti e gli esecutori del suo assassinio. Il suo nome sarà letto, insieme a quello delle 1069 vittime innocenti delle mafie, di cui 115 bambini.
La più piccola vittima aveva 50 giorni, si chiamava Caterina Nencioni, fu uccisa a Firenze, strage dei Georgofili. Ci sono due parole “dense” in questa commemorazione, proposta da Libera di don Ciotti e fissata per legge nel 2017 (legge n. 20 dell’8 marzo 2017): sono “memoria” e “impegno”…

Leggi Tutto
Front Page

Addio a Marcello Carrozzo, artista-partigiano della fotografia italiana

Marcello Carrozzo era un “Artista della fotografia italiana”, onoreficienza che gli era stata riconosciuta nel 2009 da FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche), e ne andava fiero. Lo diceva incredulo, sbarrando gli occhi e ridendo. Il suo obiettivo era capace di catturare con grande sensibilità pittorica il dramma della singola persona all’interno delle marginalità sociali, nelle aree ad alta criticità e di conflitto. I suoi scatti sono composizioni plastiche-scultoree, dove i colori e i volumi sfiorano con grande senso della pietas i soggetti osservati…

Leggi Tutto
Front Page

8 marzo, siamo tutte Torpekai Amarkel

E’ una delle decine di vittime di Steccato di Cutro, in Calabria, morta nel naufragio del barcone partito dalle coste del sud della Turchia.
Faceva la giornalista a Kabul, aveva 42 anni ed era mamma di tre figli.
Sono stati ritrovati i corpi del marito e di due dei suoi bimbi, mentre la terza figlia è dispersa.
Aveva lavorato per anni alla radio nazionale afghana, aveva fatto parte della redazione di una radio tutta al femminile e aveva lavorato per l’Onu al progetto “Unama News”. Era una giornalista-attivista. Impegnata per i diritti delle donne…

Leggi Tutto
Giornalista e scrittrice salentina

Chi Sono

Maria Luisa Mastrogiovanni, detta Marilù.

Giornalista d’inchiesta, semiologa, esperta di linguaggio di genere.

Ho scelto di vivere sulla frontiera, nel tacco d’Italia, Finis terrae, Salento.

Condivido questa scelta professionalmente difficile con mio marito e collega, i nostri due figli (e anche due cani e qualche gallina).

Amo la mia terra anche quando, scrivendo di sacra corona unita, corruzione politica e colletti bianchi fin troppo sporchi, il mio amore non è ricambiato.

Continua

Le mie inchieste
I miei editoriali
su “Il Tacco d’Italia”
Il mio programma
“Forum Mediterraneo” 
su Radio radicale
Marilù Mastrogiovanni
Facebook6k
Twitter3k
YouTube273